*|MC:SUBJECT|*

Società Italiana per la 

Promozione della Salute


www.sipsalute.it


Settembre 2012   -  n. 5
 

Aver cura di sé
Una life skill per la promozione della salute.

di Martina Fondi
Viviamo in un mondo rumoroso, frenetico, ambivalente, contraddittorio in cui la capacità di prendersi “cura di sé” sembra essere una cosa scontata. In realtà non lo è affatto.
Negli ultimi anni, l’abilità di aver “ cura di sé” ha assunto sempre più una valenza prevalentemente legata al culto del corpo, agli “abbellimenti” estetici che cambiamo e modificano l’immagine corporea secondo i parametri imposti dalla società. I settimanali sono prodighi di consigli e “ricette” miracolose su come prendersi cura di sé, i centri fitness “pullulano” di gente che vuol raggiungere una condizione di benessere. Si è arrivati a sovrapporre la cura di sé con l’estetica, lo shopping, il marketing in una continua e affannosa ricerca del benessere dove si è perso la 
conditio sine qua non di ogni esistenza umana: l’amore per se stessi.
“Amare se stessi è l’inizio di un idillio che dura una vita” dice Oscar Wilde . Ha ragione.
Chi non ha a cuore se stesso, chi non ha un buon rapporto con sé, non può averlo neanche con il prossimo.
L’unica sicurezza durevole che abbiamo è quella che ci consente di sapere che siamo in grado di prenderci cura di noi stessi. Vi siete mai chiesti “cos’è che mi rende felice?” , “cos’è importante per me?”
La vita non ci viene donata insieme ad una garanzia:si può decidere di sfruttare l’opportunità o ignorarla del tutto. Tocca a noi, e solo a noi, realizzare ciò che siamo, ciò che ci caratterizza.
Ciascuno di noi è unico. Ha qualcosa che è suo e soltanto suo, che è diverso da tutti gli altri, che fa vedere il mondo in modo diverso, che fa sentire in modo diverso, che fa reagire in modo diverso. Si tratta solo di scoprire la nostra unicità ed imparare a svilupparla. I filosofi e gli psicologi lo ripetono da sempre “tu non hai altro che te stesso..puoi diventare la cosa più bella, tenera e meravigliosa….. e allora sopravviverai per sempre”. Cosa c’è di più bello di stare bene con se stessi e dell’istante in cui si percepisce questo stato d’animo?
Aver cura di noi implica un viaggio nella nostra anima: imparare ad apprezzare ciò che si è, accudirsi, comprendersi, farsi compagnia, volersi bene, rispettarsi. Il benessere è riconoscere il proprio valore personale. Benessere è preparare piatti che stimolino il nostro appetito anche quando non abbiamo fame, concedersi le ore di sonno di cui abbiamo bisogno, trovare il tempo per un bagno rilassante, indossare i vestiti in cui ci sentiamo più a proprio agio, uscire da una relazione che ci fa star male, dire a qualcuno che i suoi atteggiamenti ci feriscono, andare a dormire ed assaporare la quiete del silenzio, avere qualcosa che ci appassiona. Benessere è scegliere sé stessi. Abbracciarsi e dirsi “ti voglio bene, vai bene così. Sei tutto quello che ho!”
Questo non vuol dire che non continueremo ad avere l’influenza o il mal di testa, ad alternare momenti di dolore a momenti di felicità ma provando intimamente una sensazione di piacere nel prendersi la libertà di rispettare quelli che sono i nostri tempi, ad aver fiducia nelle nostre intuizioni, credere nel nostro sentire, darsi la libertà di iniziare, sbagliare e ricominciare, concedersi di essere allegri o tristi.
Il sentiero verso la realizzazione di sé è la più grande e meravigliosa avventura del mondo perché significa divenire. Significa realizzare il proprio potenziale in un continuo processo di cambiamento, dove ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, diveniamo qualcosa di nuovo.
 
Concludo questo piccolo viaggio fatto con tutti voi con un pensiero tratto dalla cultura cinese:
“Colui il quale conosce gli altri è un saggio,colui il quale conosce se stesso è un illuminato” (Tao Teh Ching, capitolo XXXVIII)

Martina Fondi, psicologa psicoterapeuta, iscritta alla Delegazione Toscana SIPS



Notizie sociali

Presenti in 14 regioni italiane
Sono trascorsi otto mesi dalla fondazione della Società Italiana per la Promozione della Salute ed abbiamo triplicato il numero dei soci (siamo a 150) e siamo presenti in 14 regioni italiane.
I fondatori nella stesura dello statuto (scarica da qui) hanno voluto centrare la SIPS sul territorio, limitando il ruolo degli organi nazionali. Oltre alle differenze nei bisogni di promozione di salute che possono esistere nelle varie realtà territoriali, la scelta risponde alla regionalizzazione delle competenze sulla salute. E' per questo che il 5 e 6 ottobre riuniremo il Consiglio Nazionale che comprende, oltre ai componenti del Comitato Direttivo, tutti i Presidenti delle delegazioni regionali.

Prima la cattiveria e poi il suo vaccino

Marcello Darbo
Ed. T.L.A. Ferrara
ripubblicato per la Harmattan Italia unica distributrice per l'Italia
Un libro sintetico presenta il bullismo nella scuola, analizzando il fenomeno e proponendo una strategia per affrontarlo.
Nel sottotitolo del libro, "la comunicazione etica che previene e contrasta il fenomeno" si intuisce quale strada sarà proposta dall'autore.


Giorgio Galli Presidente della Delegazione Valle D’Aosta

Il socio Giorgio Galli è stato nominato presidente regionale pro tempore della Delegazione Valle D’Aosta in base alla normativa transitoria prevista nell’atto costitutivo della SIPS.
Laureato in pedagogia con indirizzo psicologico, Giorgio Galli è responsabile della struttura complessa Comunicazione dell’Azienda USL Valle D’Aosta. Dal 2004 è Coordinatore regionale della rete HPH (Health Promoting Hospitals and Health Service). Pubblicista, iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1990, è responsabile di “Newsl”, trimestrale di informazione dell’Azienda USL Valle D’Aosta. E’ componente della Commissione Mista Conciliativa della propria Azienda.
E’ stato Componente del Consiglio Direttivo dell’Osservatorio Interregionale per la cooperazione allo sviluppo, con funzioni di Segretario, in rappresentanza delle Regioni a statuto speciale; rappresentante della Regione Valle d’Aosta quale capofila delle regioni italiane, nell’ambito del V Gruppo di lavoro (Cooperazione) dell’Assemblea delle Regioni d’Europa (A.R.E.) con sede a Bruxelles; componente della delegazione regionale nell’ambito dell’ A.I.M.F. (Association Internationale des Maires de Langue Francaise).
Come previsto dalle norme contenute nell’atto costitutivo Giorgio Galli è stato nominato con il mandato di portare i soci della delegazione Valle D’Aosta alla prima assemblea regionale.
Il morire e il lutto.

Aspetti della relazione sanitario paziente

Pisa 8 e 9 novembre 2012
Sede da definire
Approfondimento del Master Comunicazione etica in medicina.

In due pomeriggi vengono sviluppati partendo dal principio etico di autonomia. Il percorso del morire e il lutto vengono analizzati da un punto di vista comunicativo e relazionale.

Dopo un'introduzione al principio di autonomia, il corso prosegue con la perdita della salute e con quella particolare relazione che ancora oggi purtroppo si può osservare nei nostri ospedali: la congiura del silenzio.

Nel corso viene illustrato dettagliatamente il lutto e le possibilità che i sanitari hanno di aiutare i familiari delle persone decedute.

L'evento è gratuito ed aperto al pubblico previa iscrizione a segreteria@cometicamedica.it La sede sarà resa nota nell'imminenza dell'evento.

Concorso fotografico Ditestamia

Il concorso è riservato a ragazzi dai 14 ai 25 anni, che risulteranno regolarmente registrati su www.ditestamia.it/forum.
Le immagini potranno riprodurre qualsiasi soggetto che renda l’idea di ciò che produce benessere dei ragazzi. Ogni partecipante potrà iscrivere da una a cinque fotografie, le quali dovranno essere presentate in formato JPEG o PNG e dovranno avere dimensione di 1024 pixel x 768 pixel. Le foto devono essere inviate tramite email all’indirizzo info@ditestamia.it.
I nomi dei file dovranno contenere il nickname usato nel forum seguito dal numero progressivo della foto. La selezione delle foto in concorso avverrà in due fasi: selezione della giuria di esperti e voto della giuria popolare.


Annuncio
1st Meeting of the European Environment and Health Youth Coalition

Firenze 16 e 17 ottobre
Partecipano gli Youth delegati dagli stati della Regione Europea dell'OMS.
(partecipazione solo a invito)

Corso FAD gratis per i soci


Sono ancora disponibili posti per il corso FAD "Comunicazione sanitario - paziente".

Nel corso dei dodici mesi vengono sviluppati altrettanti argomenti di comunicazione: (Accoglienza, Relazione di aiuto, Comunicazione non verbale, Comunicazione verbale, Principio di autonomia, Comunicazione in ambulatorio, Il vissuto del lutto, L'aggressività, La paura, Il senso di colpa, Il simbolismo del corpo, Il simbolismo della malattia). Si tratta di un'ottima opportunità formativa per i soci SIPS.
Il corso rilascia 6 ECM per tutte le professioni sanitarie.

Il corso è gratuito. I soci SIPS possono farne richiesta compilando il form disponibile nel nostro sito  e restituendolo a segretario@sipsalute.it.

All rights reserved.
segretario@sipsalute.it
sede legale


I nostri sostenitori



EUREKA srl
www.edukarea.it